Cappe

Cappe professionali per la ristorazione a Genova e in Liguria

L’offerta di C.D.S. Data Sistema, a Genova, include necessariamente attrezzature specifiche per le cucine e i luoghi delegati alla preparazione dei cibi caldi. Tra queste rientrano le cappe, disponibili in versioni e che differiscono per caratteristiche tecniche e funzionalità. A questo proposito, i produttori sono soliti indicare alcuni dati tecnici utili per scegliere l’alternativa adeguata. Le norme internazionali IEC 61591 e IEC 60704-2-13 stabiliscono i criteri di misurazione della capacità di aspirazione e della rumorosità delle cappe, la potenza sonora e le norme per la manutenzione. C.D.S. propone cappe della CM Impianti, che si differenziano in materiale, colore e dimensioni (anche personalizzate).

Uso corretto della cappa

Per un corretto uso, è necessario accendere la cappa un minuto prima di iniziare a cucinare, in modo da creare un flusso d'aria costante che catturi subito i fumi ed i vapori della cottura. Dopo la cottura, lasciare ancora in azione la cappa per cinque, per ultimare l'aspirazione.

Manutenzione

La manutenzione dei filtri mantiene la cappa efficiente e sicura. I filtri anti-grasso devono essere lavati ogni tre mesi, salvo indicazione esplicita del produttore. L'unto che si deposita sui filtri, infatti, è infiammabile e la corretta pulizia previene eventuali incendi. I filtri anti-odore al carbone attivo, presenti solo nelle cappe filtranti, vanno sostituiti ogni due mesi, salvo indicazione esplicita del produttore. Le cappe in acciaio, invece, vanno lavate con sapone neutro e un panno morbido, poi sciacquate ed asciugate seguendo la satinatura dell'acciaio, salvo indicazione esplicita del produttore. È buona norma utilizzare detergenti non aggressivi.
Cappe per la corretta aspirazione di fumi e vapori: scrivete a info@cds-genova.it per disponibilità e ordini
Share by: